giovedì 24 aprile 2014

Wooden embroidery hoops (cerchi per ricamo)

Io non ricamo spesso, ma i lavori realizzati coi cerchi da ricamo che diventano essi stessi parte dell'opera, mi affascinano oltremodo. Prossimamente, proverò.  I don't embroider very often, but I think that embroideries made with wooden hoops are fantastic because the hoops became part of the artistic handwork. In the next future, I will try. 

Guardate cosa si può fare! Look what you can do!


Satsuma Street. Per chi sa ricamare, ma non vuole il "solito" ricamo. 


Pilli Pilli. Per chi sa cucire, e vuol farlo in maniera giocosa. Il negozio al momento è chiuso.

In the Little Houses, usa invece il legno per una composizione raffinatissima.
Un'idea molto decorativa: carta da parati e tanti cerchi, di dimensioni diverse, tutti assieme a riempire una parete.
Da Purlbee.


E' venuta anche a voi voglia di provare? Wanna try?

martedì 22 aprile 2014

I nuovi creativi

Cosa?
Festival dell'handmade

Chi?
70 creativi italiani, pieni di talento e fantasia

Quando?
26 e 27 aprile

Dove?
Suggestiva location: l'Arsenale di Verona

Perchè?
Perchè son bravi, oh!

Quest'anno non avevo tempo per candidarmi e partecipare come espositrice, ma il festival dell'handmade, organizzato dall'effervescente MadamaRobè, è un evento da non perdere nemmeno (soprattutto) come visitatori. 70 creativi, ognuno con la sua tecnica, con la sua idea di handmade, col suo progetto artigianale. Qui potete vedere una carrellata di tutti i partecipanti, io ho scelto di presentarvene 5, provenienti da mondi diversi e anche lontani uno dall'altro, proprio per farvi vedere quanta varietà e personalità si possono trovare nel panorama creativo italiano. Sono loro a raccontarsi.

Cominciamo con Valentina di Fils de Reves, che con animo spiritoso e poetico crea abiti di gusto retrò, ma dallo spirito moderno adatto alle donne di oggi. Così si racconta: "Fils de Rêves ( fili di sogni), un nome che richiama una visione romantica dell'atto di cucire, per  clienti che non vogliono abbandonare i propri sogni..
Nasce dalla mia passione per la moda e gli accessori, un logo ispirato alla mia anima retro' e alla voglia di giocare creando.."


Poi c'è Anna di NotOnlyTeddy , che ama alla follia gli orsetti, ma non solo "Figlia d'arte, cresco tra i pennelli di papà e la macchina da cucire della mamma. Dopo anni di noioso lavoro di segretariato, la mia testa cerca una via di fuga e torna a galla la voglia di sperimentare ed imparare. Da 5 anni ogni attimo libero è dedicato ala ricerca, progettazione ed esecuzione dei miei manufatti" 


Monila invece dipinge la porcellana con mano leggera da oltre 20 anni e nei suoi lavori si possono leggere la grazia e la gentilezza che la contraddistinguono anche come persona: 
"da bambina disegnare era il mio gioco preferito. Ho 36 anni, 1 marito, 2 bambine, un dalmata sorridente. La mia passione è dipingere la porcellana, ma ho scoperto di amare anche il cucito. Evviva l'handmade!" 


E la mia Laura? Il suo blog "vivere a piedi nudi", racconta della sua vita e delle sue passioni e così descrive il suo progetto per il festival "Sono una biologa ed il mio amore per la natura e per il bricolage si riflette in quello che creo. Bijoux, oggetti decorativi e complementi d'arredo sono realizzati quasi esclusivamente partendo da materiali di recupero: legno di scarto, bottoni, minuteria da ferramenta e da idraulica, tappi di sughero e molto altro. Mi piace che gli oggetti portino i segni delle storie che hanno da raccontare."


Lui, l'ho tenuto alla fine, come il dolce. Cristian è un idraulico di professione, ma un vero creativo nell'animo. Dalla sua fantasia e con l'aiuto della moglie Laura (sì, proprio quella qui sopra) è nato "Tu.bi. design da idraulici": "Sono un idraulico ma anche un bricoman che non si lascia intimidire da nulla! La mia passione è creare lampade, orologi ed altri piccoli oggetti a partire da tubi e raccordi idraulici molto spesso di recupero. A questi materiali dallo spiccato stile urban-industriale amo associare materiali a contrasto come porcellana o legno e particolari di colore per rendere moderno e attuale ogni pezzo". 


Che dire di più? Non perdetevi il Festival!

martedì 15 aprile 2014

Sacconiglio

Conoscete Lisa di Piccolecose e i suoi sacconigli?


Dopo averci regalato il tutorial per realizzarli (QUI, nel blog di Elena) , ha pensato: e perchè non fare un bello swap a tema sacconiglio? E siccome il coniglio, in forma di sacchetto contenente noccioli di ciliegia, è ormai da tanto tempo un pezzo forte della mia collezione di scaldolini, non potevo non partecipare! Così ho fatto un mix tra il sacconiglio di Lisa e il mio coniglio scaldolino e l'ho spedito alla mia abbinata, la dolcissima Cristina di My cup of tea. E lei mi ha spedito il suo, anzi i suoi. Che pensiero gentile farne due, così posso regalarne uno per ciascuno ai miei bimbi! Pannolenci stampato a cuoricini, un nastro di crochet con un fiore per chiusura e dentro golosi ovetti di cioccolata!


Questo invece è il mio, con due orecchie lunghissime e il musetto dipinto. Dentro ho messo una caramella di stoffa piena di fiori di lavanda, che si può usare per profumare un cassetto.


E così è dentro, fodera a pois!


Buon sacconiglio a tutti!

lunedì 14 aprile 2014

Table setting

Ieri era una giornata limpida e luminosa e l'ho passata tra le dolci colline attorno al lago di Garda, ospite di Simona Leoni. Così l'ho vista all'opera in un workshop sul table setting e ho scoperto che l'arte di allestire la tavola è un'ottima occasione per mettere alla prova la propria creatività, con piccoli accorgimenti per coccolare i commensali e idee semplici, ma scenografiche.

Per tutti c'era una Goodie Bag sfiziosa: matita e quaderno per prendere appunti, decorazioni e nastri, dispensa e carta da parati, perchè anche quella può essere usata per un table setting non convenzionale.

La tovaglia nera vi spaventa? Errore! Basta sdrammatizzarla coi pizzi, i colori chiari degli accessori e un centrotavola fuori dal comune. 

Coi fiori non si sbaglia mai, allegria, freschezza e colore. Ma si può giocare con la disposizione, recuperando bottiglie, barattoli, vasetti di vetro di varie forme e dimensioni.

Un segnaposto che è un gioco di contrasti: la coppetta di cristallo molto lavorata, sdrammatizzata dalla paglia e dalle uova di quaglia, ingentilite dal tocco di colore dei fiori. Un mix perfetto!

E poi c'era Verdiana, a documentare l'incontro con le sue belle foto e coi suoi consigli. Credo si sia presa a cuore il mio caso di fotografa imbranata, ma volenterosa, anche se dev'essere inorridita quando ha visto che impugnavo storta la mia reflex!
Questa è Simona, la padrona di casa, che come me si imbarazza di fronte all'obiettivo, ma ecco il suo sorriso!

martedì 8 aprile 2014

Blog news

Dlin dlon

Oggi comunicazioni di servizio

1. Ho faticosamente sistemato il mio ABOUT. Come vi sembra? Faccio sempre la burlona, ma in realtà sono di un timido che potrei nascondermi dietro ad un fiore insieme con Mammolo. 
2. Ho anche fatto ordine nella pagina DIY dei fai-da-te. Perchè diciamolo, prima era improponibile, incompleta e caotica. Ora non ci sono tutti quelli che ho pubblicato in due anni, ma quasi: 26 tutorial tutti riuniti. Vediamo di tenerla aggiornata, capito? (disse a se stessa, ammonendosi con cipiglio severo)
3. E siccome ho tanti progetti di lavoro in ballo e devo seguire il flusso, la rubrica WednesDIY non si chiamerà più così, ci saranno sempre tanti fai-da-te, ma in ordine sparso.
4. Niente foto oggi, soltanto una frase che è una miccia da accendere, che cerco di mettere in pratica ogni giorno e che è un augurio a fare altrettanto per chiunque stia inseguendo i suoi sogni. Trasformiamo i sogni in progetti concreti!


PS: grazie alla pazientissima Gioia Gottini che mi ha aiutato con l'about e alla dolce Luana per le critiche alla pagina dei diy!

giovedì 3 aprile 2014

Restyle your jeans!

Cambio dell'armadio spietato quest'anno. Repulisti termonucleare globale. Regalati i vestiti che non metto mai e quelli in cui non rientrerò mai più. Ciao cari. Poi però ce n'era qualcuno che è vero che non metto mai, ma che sarebbe tanto comodo, ma insomma come ho fatto a comprarli quella volta, che vabbè che sono comodi, però un minimo di tono dobbiamo darcelo. Come i jeans dall'orlo infelice. Ora invece li metto. 






martedì 1 aprile 2014

Craft party fotografico

Sabato pomeriggio nel Tulilab c'è stato il:

Foto di Ireneagh
Funzionava così. C'era Verdiana a raccontarci di foto. Che anche se sai tutto di iso, diaframma e tempi di scatto, se non ci metti il cuore non vale. C'erano le crafter. Che anche se sai tutto di pennelli e macchine da cucire, se non ci metti il cuore non vale. C'erano dolci, tè e salatini, che se non ci metti chiacchiere e buona compagnia, sanno di poco. Attorno al tavolo, attorno al pc, attorno al set fotografico improvvisato volavano consigli, sorrisi e confronti. E poi, è arrivata sera in un attimo.